informativa cookies

Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e per aiutarci migliorare il nostro sito. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookies in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Per maggiori informazioni sulla tipologia di cookies utilizzati da "Fornelli&Ricette", vi invitiamo a cliccare sul pulsante "Approfondisci".

Ti piace "Fornelli&Ricette"?

Share...
Allora, aiutami a far crescere il mio blog, segnalando la pagina ai tuoi amici:
...and Follow!
Oppure segui le pagine social di "Fornelli&Ricette" per essere aggiornato sempre sulle ultime ricette inserite:

Il rosolaccio è una pianta spontanea, conosciuta particolarmente nel territorio salentino, dove prende il nome di paparina. Altro non è che la pianta verde alla base del papavero, adatta ad essere raccolta e cucinata nel periodo di gennaio. Impariamo a prepararla.


PREPARAZIONE DIFFICOLTÀ PORZIONI
30 min di mondatura + 30 min di cottura Bassa 4 persone

    paparine rosolaccio
INGREDIENTI:
Paparina o rosolaccio  2 kg 
Olio d'oliva 2 cucchiai circa 
Aglio 1 spicchio 
Sale q. b.
Peperoncino fresco o secco  q. b.
Olive nere celline Una manciata
STRUMENTI:
Casseruola  

Lavate copiosamente e private delle foglie esterne la verdura. Se il torsolo è molto spesso, incidetelo con il coltello in quattro parti, per garantire una cottura uniforme. In una casseruola, soffriggere l'aglio nell'olio d'oliva a fuoco medio. Una volta dorato, spostate la padella dal fuoco ed aggiungete il peperoncino fresco, facendolo sfrigolare per qualche secondo. Con questo accorgimento eviterete al peperoncino di bruciare. 
Una volta rosolato, potete continuare la preparazione sui fornelli, aggiungendo la verdura, scolata grossolanamente. Rimestate un paio di volte, abbassate il fuoco e coprite con un coperchio, in modo da far cuocere la verdura con la propria acqua di vegetazione. Quando il rosolaccio avrà perso la metà del suo volume, potrete salare a piacere e aggiungere le olive. Per verificare la cottura, potete utilizzare una forchetta. Se il torsolo della verdura si infilzerà facilmente, allora la paparina sarà pronta.

Dove non è espressamente indicato, il contenuto fotografico delle ricette non è di proprietà di "Fornelli e Ricette". La fonte è il web.

Se la ricetta ti é piaciuta, condividila con i tuoi amici:

Follow Us

Segui le nostre pagine social di "Fornelli e Ricette" per essere aggiornato sempre sulle ultime ricette inserite, interagire con altri appassionati di cucina e proporre le tue ricette alla Community!

Community

Entra a far parte anche tu della Community di Fornelli&Ricette! Ti invieremo una Newsletter mensile con idee e suggerimenti culinari! Clicca sul seguente link per prendere visione dei Termini di utilizzo

Privacy & Cookie

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.