informativa cookies

Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e per aiutarci migliorare il nostro sito. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookies in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Per maggiori informazioni sulla tipologia di cookies utilizzati da "Fornelli&Ricette", vi invitiamo a cliccare sul pulsante "Approfondisci".

Ti piace "Fornelli&Ricette"?

Share...
Allora, aiutami a far crescere il mio blog, segnalando la pagina ai tuoi amici:
...and Follow!
Oppure segui le pagine social di "Fornelli&Ricette" per essere aggiornato sempre sulle ultime ricette inserite:

crackers esubero

 

Oggi il mio lievito madre ha compiuto 35 giorni. Ho una sorta di fanciullesca paura ad usarlo per grandi lievitati, come il pane, quindi mi sono timidamente lanciata nell'utilizzo dell'esubero. Ci ho messo un pezzo per capire la logica dell'esubero. La regola del rinfresco del lievito madre è quello di pesare una quantità fissa di lievito, aggiungere la stessa quantità di farina e metà grammi in acqua.

Quindi, se peso 100gr di lievito, aggiungo 100 gr di farina e 50 gr di acqua. Quello che rimane nel barattolo e che quindi sarebbe destinato allo smaltimento è il famoso esubero. L'esubero non ha la stessa forza lievitante della pasta madre ma può essere comunque utilizzato per quello ricette per cui non è necessaria una particolare spinta lievitante. Da qui, il mio primo tentativo con i crackers.

I miei crackers sono semi-integrali, profumati con curcuma e spezie mediterranee. Avrei dovuto tirarli di più. Sono venuti un po' spessi, ma comunque molto friabili ed estremamente saporiti. Una volta freddi, li ho conservati in un barattolo ermetico...vediamo per quanto terranno la fragranza.


PREPARAZIONE DIFFICOLTÀ PORZIONI
1 ora Facile Un ventina di crackers

INGREDIENTI PER L'IMPASTO:  
Farina 0 40 gr
Farina integrale 40 gr 
Esubero di pasta madre (non rinfrescata)

160-170 gr

Acqua 30 gr
Olio d'oliva 25 gr
Sale  Un cucchiaino
Curcuma Mezzo cucchiaino
Origano, timo e rosmarino Un cucchiaino
Sale grosso Un cucchiaio
ACCESSORI:  
Ciotole  Teglia da forno
Carta da forno Mattarello
Rotella taglia-pasta   

 

Iniziate a sciogliere l'esubero nell'acqua. Ricordo che l'esubero è la parte di lievito madre che non rinfrescate e che avanza. Non va rinfrescato. Va usato così com'è. Lavoratelo bene finchè non sarà tutto ben amalgamato. A questo punto, aggiungete le farine ed iniziate ad impastare. Alla fine, completate con olio, spezie e sale. Impastate bene finchè non otterrete un panetto liscio ed elastico. Spostate l'impasto in una ciotola e fate riposare per una mezz'oretta.

Passato il tempo, scaldate il forno a 220°C. Stendete l'impasto dello spessore di un paio di millimetri direttamente su un foglio di carta forno. Stendetelo abbastanza sottile, perchè quando taglierete i quadrettoni l'impasto si ritirerà un po' e quindi si inspessirà. Una volta tagliati i crackers della forma voluta, bucherellate con la forchetta e spolverate con qualche grano di sale grosso.

Informate per 15 minuti circa, con la teglia coperta da carta forno. Nel mio caso, quando ho tagliato i quadrati l'impasto si è inspessito e quindi ho avuto bisogno di qualche minuto in più. Fate raffreddate e gustateli come preferite.

Foto: Fornelli & Ricette

Se la ricetta ti é piaciuta, condividila con i tuoi amici:

Follow Us

Segui le nostre pagine social di "Fornelli e Ricette" per essere aggiornato sempre sulle ultime ricette inserite, interagire con altri appassionati di cucina e proporre le tue ricette alla Community!

Community

Entra a far parte anche tu della Community di Fornelli&Ricette! Ti invieremo una Newsletter mensile con idee e suggerimenti culinari! Clicca sul seguente link per prendere visione dei Termini di utilizzo

Privacy & Cookie

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.