informativa cookies

Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e per aiutarci migliorare il nostro sito. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookies in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Per maggiori informazioni sulla tipologia di cookies utilizzati da "Fornelli&Ricette", vi invitiamo a cliccare sul pulsante "Approfondisci".

Ti piace "Fornelli&Ricette"?

Share...
Allora, aiutami a far crescere il mio blog, segnalando la pagina ai tuoi amici:
...and Follow!
Oppure segui le pagine social di "Fornelli&Ricette" per essere aggiornato sempre sulle ultime ricette inserite:

rotolo pollo erbe

Ecco a voi il piatto che si sposa perfettamente all'espressione "minima spesa, massima resa". Il rollè di pollo alle erbe provenzali e melograno è un secondo piatto semplice, ma dai sapori ricercati, da presentare tagliato a fettine e con chicchi freschi di melograno.

"Minima spesa" perchè si tratta di materie prime molto semplici ed economiche, che però fanno una gran bella figura a tavola. Il morbido della carne del pollo e lo speziato, contrastano molto bene con l'aspro della frutta. Ho osato un po' e a me è piaciuto! Resta inteso che il melograno è facoltativo.

Si tratta, in più, di un secondo piatto molto molto leggero. L'unico grasso presente è la noce di burro utilizzata per rosolare il rotolo all'inizio. Per me è una benedizione, perchè dovrei essere in dieta...perennemente...ed il petto di pollo grigliato mi deprime in maniera esagerata! Quindi, l'intenzione di mangiare leggero comprando carne bianca c'è, ma almeno la preparo in maniera "attraente".

Vediamo insieme come prepararlo.


PREPARAZIONE DIFFICOLTÀ PORZIONI
60 minuti  Bassa 2/3 persone

INGREDIENTI:
Petto di pollo 1 intero o 2 lobi
Erbe aromatiche miste (io ho usato timo, rosmarino e salvia freschi) Un ciuffetto di ognuna
Sale e pepe q.b.
Burro Una noce
Salvia 2 foglie
Vino bianco secco  1 bicchiere
Melograno 1
Farina q.b.
STRUMENTI:
Batticarne Coltello affilato
Carta da forno  Spago da cucina 
Colino  

 

 

La parte un po' più complessa della ricetta è la filettatura del petto di pollo. Io ho usato due lobi separati, ma la tecnica generale non cambia. Se acquistate il petto di pollo intero, la procedura viene più semplice ed il rollè si arrotola meglio. Dopo aver eliminato grasso ed ossicini, partendo dal centro verso l'esterno, tagliate a metà il primo lobo, lasciando la parte terminale attaccata (come si vede nella prima foto). Fate la stessa cosa dalla parte opposta.  

rolle pollo dettaglio

Mettete la fetta che avete creato tra due fogli di carta forno e battetela finchè non sarà sottile e dallo spessore più o meno uniforme. Se come me avete comprato il petto tagliato a metà, accostate sulla carta le due fette separate, fino a formare una forma intera e regolare, e poi battete.

Lavate le spezie ed eliminate i rametti. Tritate tutto molto finemente, soprattutto il rosmarino. Stendete il trito ottenuto, uniformemente sulla fetta. Completate con sale e pepe. A questo punto, con l'ausilio della carta forno, arrotolate la carne ben stretta. Legate il rotolo con spago da cucina. Ora, io non sono una maestra nella legatura, come si può vedere dalle foto. L'importante è che il rollè non si apra in cottura e mantenga una forma regolare...poi per la tecnica, fate voi.

Sciogliete una noce di burro in una padella bassa e larga e fate rosolare due foglie di salvia. Aggiungete il rollè infarinato e fate colorare su tutti i lati. Sfumate con un bicchiere di vino bianco. Fate insaporire tutti i lati nel vino e, infine, aggiungete un bicchiere di acqua calda, in modo che almeno metà carne sia bagnata. Salate e pepate. Rigirate spesso e fate cuocere per almeno 40 minuti, aggiungendo se necessario altra acqua. (il tempo dipende dallo spessore del rotolo. Il mio era piuttosto sottile, 6-7 centimetri circa). Dopo circa 30 minuti, non aggiungete più liquidi perchè si deve rapprendere il fondo di cottura.

Quando il fondo sarà rappreso, il rotolo è pronto e può essere già mangiato così, dopo averlo fatto riposare 4/5 minuti.

Per l'aggiunta del melograno, io ho proseguito come spiegato.

Quando il fondo avrà l'aspetto di una crema un po' liquida, togliete il rotolo dalla padella ed aggiungete i chicchi di metà melograno. Fate saltare e cuocete i chicchi per 2/3 minuti. A questo punto filtrate il fondo, premendo i chicchi sul colico con un cucchiaio. Con quel sughetto, bagneremo le nostre fette.

Eliminate lo spago e, con delicatezza tagliate il rollè a fette di circa 2 centimetri di spessore. Io ho servito le fette su un letto di fagiolini bolliti. Ho bagnato con il fondo di cottura e completato con chicchi freschi di melograno.

 rotolo pollo erbe1

Nota: Se non volete impicciarvi troppo nella cottura, il rollè può essere cotto anche 30 minuti in forno. Ma vi dico che la carne di pollo è un po' stopposa, quindi la cottura in padella vi permette di avere un fondo di cottura con cui bagnare il tutto. Se preferite la cottura in forno, posso suggerirvi, ad esempio, di usare gli spinaci come ripieno. La verdura manterrà la carne più umida all'interno.


Vuoi essere aggiornato sulle ultime ricette di "Fornelli & Ricette" o chiedermi maggiori dettagli? Segui la pagina Facebook o Instagram

Foto: "Fornelli e Ricette".

Se la ricetta ti é piaciuta, condividila con i tuoi amici:

 

Follow Us

Segui le nostre pagine social di "Fornelli e Ricette" per essere aggiornato sempre sulle ultime ricette inserite, interagire con altri appassionati di cucina e proporre le tue ricette alla Community!

Community

Entra a far parte anche tu della Community di Fornelli&Ricette! Ti invieremo una Newsletter mensile con idee e suggerimenti culinari! Clicca sul seguente link per prendere visione dei Termini di utilizzo

Privacy & Cookie

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.