informativa cookies

Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e per aiutarci migliorare il nostro sito. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookies in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Per maggiori informazioni sulla tipologia di cookies utilizzati da "Fornelli&Ricette", vi invitiamo a cliccare sul pulsante "Approfondisci".

Ti piace "Fornelli&Ricette"?

Share...
Allora, aiutami a far crescere il mio blog, segnalando la pagina ai tuoi amici:
...and Follow!
Oppure segui le pagine social di "Fornelli&Ricette" per essere aggiornato sempre sulle ultime ricette inserite:

finocchio mare

L'utilizzo e la conservazione di questo prodotto racchiude perfettamente la sapienza dei salentini di trasformare molte delle piante e verdure spontanee in prodotti commestibile e conservabili. Il finocchio di mare, o come viene chiamato nel leccese "erba di mare", ha un sapore antico. Quando penso a questo prodotto, rivedo mio nonno mangiare un'insalata di pane raffermo o una frisella e ricoprirla di finocchio di mare selvatico.

Questa pianta si raccoglie sulle coste salentine, soprattutto quelle rocciose, dove cresce copiosa. Il finocchio di mare è una pianta perenne, ma per la conservazione in aceto, si consiglia di raccoglierlo quando è in fioritura, quindi nel periodo tra maggio e settembre. Le foglie hanno un sapore fortemente sapido, fra il finocchio e l'aneto, leggermente  piccanti.

Anche per i non salentini, è veramente facile riconoscerlo e raccoglierlo. Basterà passeggiare sulle coste rocciose, muniti di un coltellino. Le foglie da raccogliere sono quelle più carnose, raggruppate in piccoli steli. 

 


PREPARAZIONE DIFFICOLTÀ PORZIONI
60 min di raccolta + 30 minuti di mondatura + 15 minuti di preparazione Bassissima /

finocchio mare aceto    
INGREDIENTI:
Finocchio di mare  
Aceto di vino bianco  
   
STRUMENTI:
Vasetti a chiusura ermetica  
   

 


Mondate il finocchio di mare, staccando le foglie dai rami. Eliminate tutte le foglie ingiallite o appassite. A piacere vostro, potete utilizzare anche le infiorescenze. Lavate delicatamente il tutto. Come tutte le erbe spontanee, il rischio è che sia un po' amarognole. Quindi, mettete a bagno in acqua le foglie per qualche ore, meglio se per una notte intera. Passato il tempo, ponetelo su un canovaccio per circa mezza giornata, ad appassire. Le foglie devono essere un po' ammaccate. Perdendo un po' d'acuqa di vegetazione, si corre meno rischio di formazione di muffe.

Una volta asciutto, sistemate le piante nei vasetti, pressandole leggermente. Riempite i vasetti, opportunamente sanificati,  con aceto di vino bianco. Vi consiglio di aspettare un giorno prima di riporre i vassetti. Date il tempo all'aceto di riassettare e, nel caso, rabboccate. 

Lasciate riposare almeno per un mese, prima di servire. Quando aprite un vasetto, la rimanenza può essere conservata a lungo in frigorifero. L'importante è avere cura che il contenuto sia sempre completamente coperto di liquido. Questa conserva può essere utilizzata per condire insalate di patate, pomodori e friselle.

Vi consiglio di non buttare l'aceto, quando finite il finocchio di mare. Il liquido sarà, infatti, aromatizzato e profumatissimo e  potrà essere utilizzato per insaporire le vostre preparazioni. 

Dove non è espressamente indicato, il contenuto fotografico delle ricette non è di proprietà di "Fornelli e Ricette". La fonte è il web.

Se la ricetta ti é piaciuta, condividila con i tuoi amici:

Follow Us

Segui le nostre pagine social di "Fornelli e Ricette" per essere aggiornato sempre sulle ultime ricette inserite, interagire con altri appassionati di cucina e proporre le tue ricette alla Community!

Community

Entra a far parte anche tu della Community di Fornelli&Ricette! Ti invieremo una Newsletter mensile con idee e suggerimenti culinari! Clicca sul seguente link per prendere visione dei Termini di utilizzo

Privacy & Cookie

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.