informativa cookies

Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e per aiutarci migliorare il nostro sito. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookies in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Per maggiori informazioni sulla tipologia di cookies utilizzati da "Fornelli&Ricette", vi invitiamo a cliccare sul pulsante "Approfondisci".

Ti piace "Fornelli&Ricette"?

Share...
Allora, aiutami a far crescere il mio blog, segnalando la pagina ai tuoi amici:
...and Follow!
Oppure segui le pagine social di "Fornelli&Ricette" per essere aggiornato sempre sulle ultime ricette inserite:

Elencare i primi piatti salentini senza parlare delle paste fatte in casa è impossibile. Quindi, prima di addentrarsi nelle preparazioni tipiche della tradizione culinaria del Salento, è necessario fare menzione alle orecchiette, alle sagne, alla tria e a tutta la pasta che, tipicamente, veniva "scanata" (impastata) a casa. In particolare, in questo articolo parleremo dei passaricchi, che rappresentano l'omologo della pasta da brodo. Nel Salento, la preparazione tipica di questo piatto prevede sughi di pesce, come il baccalà o le cozze. I passaricchi sono il piatto della vigilia delle feste, soprattutto della vigilia di Natale.


PREPARAZIONE DIFFICOLTÀ PORZIONI
60 min di preparazione Media 6 persone

passaricchi    
INGREDIENTI:
Farina di semola di grano duro 400 gr
Sale q.b.
Acqua tiepida 200 ml circa
   
STRUMENTI:
Tagliere o spianatoia  
   


Versate la farina a fontana sulla spianatoia.Aggiungete il sale e, poco alla volta, incorporate l'acqua. Impastate il composto finchè non avrà assunto una consistenza elastica e liscia. Il panetto sarà pronto quando non si attaccherà più al tagliere, durante la lavorazione.



A questo punto, ricavate un pezzo di pasta più piccolo e allungatelo, fino ad ottenere un serpentello dello spessore di mezzo centimetro. Afferrare la punta della pasta tra indice e pollice e sfregate una piccola quantità di impasto fino ad ottenere un semino sottile e della lunghezza di un centimetro circa.

Staccatelo dal resto della massa e continuate fino a finire tutto il panetto. Per non fare incollare i semini, fate riposare la pasta, cospargendola di farina. 

Dove non è espressamente indicato, il contenuto fotografico delle ricette non è di proprietà di "Fornelli e Ricette". La fonte è il web.

Se la ricetta ti é piaciuta, condividila con i tuoi amici:

Follow Us

Segui le nostre pagine social di "Fornelli e Ricette" per essere aggiornato sempre sulle ultime ricette inserite, interagire con altri appassionati di cucina e proporre le tue ricette alla Community!

Community

Entra a far parte anche tu della Community di Fornelli&Ricette! Ti invieremo una Newsletter mensile con idee e suggerimenti culinari! Clicca sul seguente link per prendere visione dei Termini di utilizzo

Privacy & Cookie

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.