informativa cookies

Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e per aiutarci migliorare il nostro sito. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookies in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Per maggiori informazioni sulla tipologia di cookies utilizzati da "Fornelli&Ricette", vi invitiamo a cliccare sul pulsante "Approfondisci".

Ti piace "Fornelli&Ricette"?

Share...
Allora, aiutami a far crescere il mio blog, segnalando la pagina ai tuoi amici:
...and Follow!
Oppure segui le pagine social di "Fornelli&Ricette" per essere aggiornato sempre sulle ultime ricette inserite:

sugo costine rid

Quando andiamo a pranzo o cena fuori, magari in qualche locale blasonato, io e mio marito commentiamo sempre, con grasse risate, i nomi che alcuni chef danno alle pietanze.

Sproloqui lunghissimi e ricchi di aggettivi per descrivere piatti che potrebbero essere perfettamente identificabili con due parole o poco più!

Quindi, cosa c'è dietro alla "Fantasia di pasta"? Ho aperto la dispensa e mi sono trovata di fronte al fondo di mille pacchetti di pasta, aperti e mai finiti! Perchè troppo poca o troppa, rispetto alle necessità. Ho messo insieme fusilli e penne, con lo stesso tempo di cottura, e mi sono inventata la fantasia!

Ma, in fin dei conti, il trucco non è tutto lì? Vendere per ricercato, qualcosa che è figlio di una necessità primaria! In questo caso, lo smaltimento dei fondi di pasta...condita con un gustosissimo sugo al pomodoro e costine di maiale.

Questa ricetta, vi consente di avere, con un solo lavoro, sia il primo piatto che il secondo, o, come nel mio caso, un piatto unico ricco e saporito!


PREPARAZIONE DIFFICOLTÀ PORZIONI
60 minuti Facile 4-5 persone

 
INGREDIENTI PER IL RISOTTO:
Pasta (quella che preferite) 80 gr a commensale
Costine di maiale  500 gr (o circa due costine a commensale)
Passata di pomodoro 1 lt
Cipolla mezza
Alloro 1 foglia
Vino rosso 1 bicchiere
Olio d'oliva q.b.
Sale e pepe q.b.
Pecorino stagionato grattugiato  150 gr
ACCESSORI:  
Tegame con coperchio  


 

 

Rosolate la cipolla tritata e la foglia di alloro in un fondo d'olio d'oliva. Quando la cipolla sarà imbiondita, aggiungete le costine. Cuocete fino a farle colorare da tutti i lati. Passato il tempo, alzando la fiamma del fornello al massimo, sfumate con il bicchiere di vino. Lasciate evaporare per un minutino.

A questo punto, è il momento di aggiungere la passata di pomodoro. Fate sobbollire il pomodoro per cinque minuti. Coprite il tegame con il coperchio, altrimenti imbratterete tutta la cucina. Allungate il sugo con un bel bicchiere di acqua calda. Aggiustate di sale e pepe e lasciate cuocere a fuoco lento, finchè il sugo non sarà ben rappreso ed avrà una consistenza corposa. Perchè sia pronto, la carne delle costine deve iniziare a staccarsi dall'osso. 

Fate bollire abbondante acqua salata. Calate la pasta e attendete il tempo di cottura. Scolate la pasta un po' al dente, trasferitela nel tegame e bagnatela con un paio di mestoli di sugo. Ripassatela in padella per un paio di minuti e poi servite, aggiungendo altro sugo, se necessario, e abbondante formaggio pecorino. Se preferite il piatto unico, aggiungete anche le costine. 

Foto: Fornelli & Ricette

Se la ricetta ti é piaciuta, condividila con i tuoi amici:

Follow Us

Segui le nostre pagine social di "Fornelli e Ricette" per essere aggiornato sempre sulle ultime ricette inserite, interagire con altri appassionati di cucina e proporre le tue ricette alla Community!

Community

Entra a far parte anche tu della Community di Fornelli&Ricette! Ti invieremo una Newsletter mensile con idee e suggerimenti culinari! Clicca sul seguente link per prendere visione dei Termini di utilizzo

Privacy & Cookie

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.