informativa cookies

Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e per aiutarci migliorare il nostro sito. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookies in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Per maggiori informazioni sulla tipologia di cookies utilizzati da "Fornelli&Ricette", vi invitiamo a cliccare sul pulsante "Approfondisci".

Ti piace "Fornelli&Ricette"?

Share...
Allora, aiutami a far crescere il mio blog, segnalando la pagina ai tuoi amici:
...and Follow!
Oppure segui le pagine social di "Fornelli&Ricette" per essere aggiornato sempre sulle ultime ricette inserite:

×

Errore

[OSpam-a-not] Joomlashack Framework not found

carbonara carciofi

La ricetta per il pranzo di oggi è stato il risultato di una negoziazione aggressiva tra me e mio marito. Dovendo uscire a cena, io volevo rimanere leggera con un carciofino spadellato con lo scalogno, lui aveva in mente solo la carbonara.

Alla fine, è venuta fuori una carbonara di carciofi, un primo piatto molto gustoso che rivisita la classica ricetta laziale. A livello di gusto ci abbiamo guadagnato entrambi. Sul rimanere leggeri, invece, ogni commento è superfluo.


PREPARAZIONE DIFFICOLTÀ PORZIONI
30 minuti Bassissima 2 persone

INGREDIENTI:
Penne  70 gr a commensale
Carciofi 2
Uova 2
Pecorino Un paio di cucchiai
Scalogno  1
Pancetta a cubetti 100/150 gr
Vino bianco secco Mezzo bicchiere
Sale, pepe q.b.
STRUMENTI:
Casseruola  
Pelapatate   

 

Iniziate con il mondare i carciofi, tagliando il gambo a circa 4/5 cm dal fiore. Se state utilizzando una varietà con le spine tagliate circa 2-3 cm di punta con l’aiuto di un coltello seghettato. Se, invece, state usando le mammole o altre varietà di carciofi senza spine iniziate direttamente a sfogliarli, eliminando le foglie esterne più dure, fino a raggiungere il cuore.

Vi accorgerete di aver finito, quando le foglie diventeranno più tenere e più chiare sulla parte attaccata al torsolo. A questo punto, tagliate il carciofo in quattro parti nel senso della lunghezza. Io non butto il gambo rimanente, ma lo pulisco con il pelapatate fino a raggiungere la parte interna più tenera.

 


Tagliate il fiore del carciofo a fette abbastanza fini e i gambi a rondelle. Tritate anche lo scalogno. In una casseruola, mettete a scaldare un giro d'olio d'oliva e fate soffriggere lo scalogno. Quando sarà imbiondito, aggiungete pancetta e carciofi. Saltate un paio di minuti e sfumate con il vino bianco.

Quando il vino sarà evaporato, allungate con un bicchiere di acqua calda e cuocete fino a quando i carciofi saranno ben ammorbiditi. Abbiate cura di lasciare un fondo di cottura leggermente umido e non completamente secco. 

Mettete a bollire acqua salata, nella quale calerete la pasta. Nel frattempo, in una ciotola, sbattete le uova con sale, pepe e pecorino. Quando la pasta sarà cotta al dente, trasferitela nella casseruola con il condimento. Saltate la pasta per un paio di minuti e, se necessario, inumiditela con l'acqua di cottura. Quando le penne avranno raggiunto la cottura desiderata, spegnete il fornello e aggiungete le uova. Rimestate velocemente fino a quando non si sarà creata una cremina morbida. Servite caldo con una grattata di pepe fresco.

Foto: "Fornelli e Ricette".

Se la ricetta ti é piaciuta, condividila con i tuoi amici:

Follow Us

Segui le nostre pagine social di "Fornelli e Ricette" per essere aggiornato sempre sulle ultime ricette inserite, interagire con altri appassionati di cucina e proporre le tue ricette alla Community!

Community

Entra a far parte anche tu della Community di Fornelli&Ricette! Ti invieremo una Newsletter mensile con idee e suggerimenti culinari! Clicca sul seguente link per prendere visione dei Termini di utilizzo

Privacy & Cookie

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.