informativa cookies

Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e per aiutarci migliorare il nostro sito. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookies in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Per maggiori informazioni sulla tipologia di cookies utilizzati da "Fornelli&Ricette", vi invitiamo a cliccare sul pulsante "Approfondisci".

Ti piace "Fornelli&Ricette"?

Share...
Allora, aiutami a far crescere il mio blog, segnalando la pagina ai tuoi amici:
...and Follow!
Oppure segui le pagine social di "Fornelli&Ricette" per essere aggiornato sempre sulle ultime ricette inserite:

Questo piatto è l'emblema della tradizione salentina, sia per la tipologia di carne, che per la metodologia di cottura. La carne di cavallo, infatti, è molto diffusa nel Salento ed ha origine antichissime. In tempi di ristrettezza, i contadini macellavano gli animali che avevano nelle fattorie e, in ultima analisi, anche gli animali da lavoro, diventati molto vecchi. Proprio per questo la carne di cavallo, nella ricetta originaria, richiedeva tempi di bollitura infiniti. Questo serviva a intenerire la carne molto dura e vecchia. Passiamo ora alla pignata, o in dialetto "a pignatu". La pignata è il caratteristico coccio di terracotta che serviva per le cottura "tutte pare", cioè quelle preparazioni in cui gli ingredienti venivano aggiunti tutti insieme e fatti cuocere per tempi lunghissimi al fuoco lento delle braci del camino.

Devo fare una nota sulle innumerevoli ricette che si trovano un internet. La carne a pignatu, o come diremmo in italiano lo spezzatino, non richiede il soffritto nell'olio. La ricetta originale prevede solo la bollitura.


PREPARAZIONE DIFFICOLTÀ PORZIONI
Almeno 2 ore Facile 4 persone

pezzetti cavallo pignata
INGREDIENTI:
Costole e muscolo di cavallo 1 kg
Cipolla 1 media
Aglio 1 spicchio
Passata di pomodoro 1 lt
Alloro 2-3 foglie
Rosmarino 1 rametto
Pomodori giallini o pachino 5-6
Pepe nero 4-5 grani
Sale  q.b.
Vino rosso 1 bicchiere
Acqua calda q.b.
   
STRUMENTI:
Pignata o casseruola alta  

 

La carne di cavallo è molto particolare e deve essere acquistata da un macellaio di fiducia. La bontà e la tenerezza di questo tipo di carne dipende, infatti, dall'età dell'equino: più il cavallo è vecchio e più la carne sara dura e stopposa. Fate preparare, quindi dal vostro macellaio un chilo di muscolo e costole di cavallo tagliate a pezzettoni. 

Disponete la carne in una pignata o in una casseruola alta con la cipolla tagliata a fette, l'aglio, tutti gli aromi, la passata di pomodoro, i pomodori freschi tagliati a pezzetti, il vino. Salate e coprite completamente con acqua calda. Portate a bollore sul fornello. La bollitura deve essere molto lunga e se, nel frattempo, dovesse asciugarsi, aggiungete acqua rigorosamente calda. L'acqua fredda interrompe la cottura e allunga i tempi di bollitura.

La pignata sarà pronta quando la carne si ammorbidirà completamente o quando le ossa delle costole si sfileranno da sole dalla polpa.  In ogni caso, vale la regola generale che più bolle più è buona
Per un piatto ancora più gustoso, che diventa unico, potete aggiungere ad una mezz'oretta dalla fine, un paio di patate tagliate a pezzettoni. 

Dove non è espressamente indicato, il contenuto fotografico delle ricette non è di proprietà di "Fornelli e Ricette". La fonte è il web.

Se la ricetta ti é piaciuta, condividila con i tuoi amici:

Follow Us

Segui le nostre pagine social di "Fornelli e Ricette" per essere aggiornato sempre sulle ultime ricette inserite, interagire con altri appassionati di cucina e proporre le tue ricette alla Community!

Community

Entra a far parte anche tu della Community di Fornelli&Ricette! Ti invieremo una Newsletter mensile con idee e suggerimenti culinari! Clicca sul seguente link per prendere visione dei Termini di utilizzo

Privacy & Cookie

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.